Il Progetto

LEDS for Africa è un progetto a carattere tecnico-umanitario creato dalla nostra associazione per rispondere alla richiesta di dotare di energia elettrica pulita un villaggio rurale isolato in Guinea Bissau, denominato Ponta Cabral.

Il nostro obiettivo è di installare in tutte le abitazioni (circa un centinaio) un piccolo impianto fotovoltaico autonomo (Solar Home System), in grado portare, per la prima volta, la luce elettrica alle famiglie che vi abitano.

Solar Home System
Schema del Solar Home System

L’importanza di tale intervento è data dal fatto che l’energia è un fattore abilitante essenziale ai fini dello sviluppo e del riscatto sociale: l’illuminazione notturna consentirà alle persone di proseguire anche dopo il tramonto attività fondamentali, quali il lavoro, lo studio e la cura della casa. Inoltre, la valorizzazione della fonte solare (pulita, gratuita e abbondante), produrrà benefici diretti e immediati alla salute (soprattutto delle donne, tradizionalmente più esposte ai fumi dei bracieri domestici e alle fatiche della raccolta della legna) – oltre a generare ricadute economiche positive per tutto il villaggio.

Ogni casa sarà dunque inizialmente dotata di un pannello fotovoltaico, una batteria per l’accumulo di energia, un impianto di illuminazione a LED e un controllore elettronico che gestirà i flussi di potenza. Con il passare del tempo gli impianti potranno essere ampliati per meglio adattarsi alle nuove esigenze di consumo.

Parallelamente a questo, ci occuperemo anche della formazione degli abitanti del villaggio, in modo da inserire questa tecnologia in un contesto sociale informato e autosufficiente. Questo garantirà in futuro anche un migliore mantenimento dei dispositivi installati. La sostenibilità ambientale manterrà un ruolo prioritario nel nostro progetto, in accordo con i nostri valori fondamentali e con volontà di contribuire, anche solo in piccola parte, all’attenuazione della povertà energetica e delle sue implicazioni in termini di sottosviluppo e degrado.

Ponta Cabral LEDS for Africa
L’area di Ponta Cabral, il villaggio coinvolto dal progetto. Per gentile concessione della dott.ssa Katia Zanatta